Comune di Stra

La Riviera del Brenta

Riviera del Brenta

La Riviera del Brenta

A pochi minuti da Venezia, la Riviera del Brenta è un insieme unico di storia, cultura, arte e paesaggio.
E' una striscia di terra che si sviluppa in un itinerario affascinante lungo il fiume Brenta la cui calma corrente scorre di ansa in ansa congiungendo Padova alla laguna di Venezia.

L'interesse suscitato dal paesaggio è notevole ed il Brenta aspetta di essere percorso in barca o avvicinato dalle rive per offrire dal pelo dell'acqua gli stessi scorci che incantarono poeti e scrittori.

Dante Alighieri nella "Divina Commedia" cita la città di Oriago; Lord George Byron soggiornò a lungo a Mira concludendovi il "Child Harold Pilgrimage" e il "Don Juan"; Charles de Brosses, letterato ed archeologo passò per la riviera e ne lascia un ricordo nelle sue memorie. Gabriele D'Annunzio ne "Il Fuoco" parla della laguna e dei parchi delle ville della riviera e del Labirinto di Villa Pisani.

Innumerevoli furono i personaggi famosi che attirati dalla sua bellezza visitarono, soggiornarono o dimorarono in Riviera. Da Galileo Galilei, a Carlo Goldoni, da Giacomo Casanova a Carlo Rezzonico (divenuto poi Clemente XIII), solo per citarne alcuni. Nel 1574 Enrico III, in viaggio dalla Polonia alla Francia passò con tutto il suo seguito per la Riviera e a Mira si fermò a visitare il Palazzo Foscarini detto "dei Leoni" per le due statue raffiguranti dei leoni ancora oggi presenti all'entrata della villa.
La zona della riviera ha avuto una storia travagliata iniziata già nel V sec. a.C. con l'insediamento delle prime popolazioni e caratterizzata in tempi più recenti dalla disputa fra Padova e Venezia. Fu proprio con l'affermazione della Serenissima che la Riviera conobbe il suo massimo splendore. Fra il '600 ed il '700 attirati dalla sua bellezza moltissimi patrizi veneziani vi comperarono terreni e vi edificarono splendide abitazioni di campagna che utilizzavano per le vacanze estive ma anche per gestire la coltivazione dei loro possedimenti.
I migliori architetti di quel periodo furono incaricati del progetto di ville che con il loro sfarzo non facessero rimpiangere la bellezza e l'atmosfera del Canal Grande a Venezia. Cosicché la Riviera del Brenta può essere a pieno titolo descritta come un prolungamento del Canal Grande che si insinua nel verde delle ville e parchi della terraferma.
Molte di quelle magnifiche ville sono giunte con tutti i loro giardini fino a noi regalandoci un patrimonio artistico e storico immenso.

E per finire la Riviera è ospitalità della sua gente e arte della cucina. Sono rinomati infatti i pranzi di pesce preparati dai ristoratori brentani, eredi di una tradizione di gastronomia ittica che affascina i palati più esperti avvicinandoli ancor di più alla civiltà di questa terra.

La bellezza della Riviera può essere apprezzata nella completezza di tutti i suoi differenti aspetti navigando il Brenta attraverso il "Burchiello" ed i "Battelli del Brenta".

Link Utili: